lunedì 10 giugno 2019

2019 8 giugno VORREI TANTO POTER AMARE IL MIO PAESE ISOLA DELLE FEMMINE

VORREI TANTO POTER AMARE IL MIO PAESE ISOLA DELLE FEMMINE 

"kultura" - CULTURA LEGALITÀ'-ILLEGALITÀ MAFIA-MORTE 

CITTADINO VINCENZO sono trascorsi 37 anni da quel tragico mattino che la MAFIA ha eseguito la sentenza di morte.

Il tribunale della MAFIA così aveva deciso, visto che Ti ostinavi a non rispettare le leggi i regolamenti.la violenza della MAFIA.

Dal luogo ove Ti trovi pensi che il Tuo sacrificio il Tuo esempio sia stato utile per debellare la MAFIA a ISOLA DELLE FEMMINE? 

Purtroppo.caro VINCENZO devo dirTi che a ISOLA DELLE FEMMINE non solo.non è  stata debellata la MAFIA

LA MAFIA É VIVA E VEGETA COME NON MAI.

É UNA MAFIA CHE SI É VESTITA DI ANTIMAFIA. 

LA MAFIA SI È RADICATA NEL TERRITORIO GESTISCE L'IMPOSSIBILE GARE APPALTI CORRUZIONE CIMITERI AMMINISTRAZIONI NEGOZI RIFIUTI CONDIZIONA I RAPPORTI UMANI

LA MAFIA del PIZZO si si anche di questo si trova a ISOLA DELLE FEMMINE 

Come diceva Falcone: " la MAFIA si è  insediata negli UFFICI TECNICI COMUNALI"

Nemmeno il mare BENE COMUNE ci hanno lasciato. 

SI LA MAFIA GESTISCE ANCHE I LIDI.

GESTISCE CON VIOLENZA CON ARROGANZA CON EMARGINAZIONE CON LA GHETTIZZAZIONE CON ESCLUSIONE 

È  UNA MAFIA CHE É  DIVENTATA "kultura"

TUTTI SIAMO PICCIOTTI ANCHE SENZA COPPOLA

IL RISULTATO CHE A ISOLA DELLE FEMMINE  ANTIMAFIA/MAFIA/POLITIK/MASSONERIA/AFFARISTI/CORROTTI/CORRUTTORI/SPECULATORI .... CI HANNO MANGIATO IL CERVELLO.

Siamo arrivati al punto di non ritorno come dice il magistrato GRATTERI: Sono i politici/amministratori che cercano la MAFIA.

Stimolato da un amico FILIPPO AMMIRATA mi viene meglio precisare cosa io intendo con il termine "kultura"  

"kultura" Caro Amico Filippo è  quella che non ha il coraggio di esprimere solidarietà alla Cittadina-Vigilessa aggredita pestata selvaggiamente  sul luogo di lavoro  nell'esercizio della sua attività.

Pensate  cittadini di ISOLA DELLE FEMMINE UN'AGGRESSIONE ALL'INTERNO DELLA CASERMA DEI VIGILI URBANI.

IL NON AVER ESPRESSO PUBBLICA  SOLIDARIETÀ  É  ESPRESSIONE DI UNA FORTE VOLONTÀ  DI VOLER EMULARE.QUESTE AZIONI DELITTUOSE.

 È LA REALTÀ , CITTADINI DI ISOLA ED È  CON QUESTI COMPORTAMENTI CHE CI SCONTRIAMO QUOTIDIANAMENTE 

Una realtà di violenza che non esclude NESSU O donne uomini bambini giovani anziani 

Una realtà  di violenza che viene espressa in ogni luogo sia pubblico che privato in piazza per strada. GLI AUTORI DI QUESTE VIOLENZE SE NE FOTTONO DEL FAMOSO DETTO "che figura faccio?) 

ANZI sono orgogliosi della loro violenza. Per loro, che sfogano la loro violenza diventa un titolo di merito di cui ne vanno fieri. 

AVETE VISTO COME GLI HO MESSO PAURA. COSÌ  GLI HO  FATTO CAPIRE CHE IL TERRITORIO È  MIO E NON DEVONO METTERCI PIEDE. 

ANZI SE NE DEVONO ANDARE DEVONO SPARIRE. 

Peccato Signora ha Introitato e fatto suo il comportamento tenuto da  Svariati personaggi NESSUNO ESCLUSO ma per economia vorrei citare un episodio di violenza di BULLISMO e di "sguaiatismo" Protagonista un  "SINDACO" Nell'esercizio delle sue DISFUNZIONI: 

IMPROVVISAMENTE SI METTE AD URLARE APRENDO TUTTE LE PORTE DEI VARI UFFICI URLA DEGNI DEL MERCATO DELLA VUCCIARIA: 

"COSA FA QUESTO  FOGGIANO NEI NOSTRI UFFICI MANDATELO VIA DA ISOLA  E UN FANGO UNA MERDA 

LA PEGGIOR RAZZA VIENE SOLO A ROMPERE QUESTO FANGO FOGGIANO....... "

TUTTO QUESTO URLARE A SQUARCIAGOLA INIZIA DALLA STANZA DELLA RAGIONERIA SINO  AL FONDO DEL CORRIDOIO.

CAMMINAVA E URLAVA NATURALMENTE MAI HA RIVOLTO LO SGUARDO VERSO LA MIA PERSONA. 

PENSO ANCORA ADESSO CHE L'UNICO FOGGIANO PRESENTE IN QUEL LUOGO E A QUELL'ORA ERO IO

 (tutto rigorosamente REGISTRATO 14 febbraio 2017, giorno in cui la CORTE DEI CONTI GLI INVIA LA DELIBERAZIONE DELL'INIZIO DELLA STORIA DEL DEFAULT COMUNALE)

Mi chiedo e Vi chiedo secondo noi: quali insegnamenti, quali modelli comportamentali portano a casa ai loro mariti mogli figli nipoti..

"kultura" é:   figli nipoti mariti mogli che   riportano, QUEGLI STESSI COMPORTAMENTI VISSUTI,  INTROITATI, DIGERITI, FATTI PROPRI:   nelle scuole per strada nei giochi nelle relazioni interpersonali. 

QUALCUNO CHIAMA TUTTO CIÒ  BULLISMO SENZA ETÀ  SENZA GENERE :  Grandi Piccoli Femmine Uomini Vecchi Anziani.

"kultura" é  la violenza verbale fisica morale, denigratoria,  esercitata da Sindaci Assessori Consiglieri Presidenti del Consiglio, CONTRO  i CITTADINI che osano DENUNCIARE,  CRITICARE la loro condotta nella gestione della cosa PUBBLICA adottando atti, provvedimenti, che oltre ad essere ILLEGITTIMI mettono in dubbio la tenuta della LEGALITÀ. 

É  chiaro che non stiamo parlando di fantascienza: SCIOGLIMENTI DI CONSIGLI COMUNALE VE NE SONO STATI A ISOLA: 
Chi sono stati protagonisti ed interpreti? 

TUTTI TUTTI TUTTI DI IERI DI OGGI ED ANCHE  DI DOMANI

Caro amico con "kultura" non intendo di certo il numero di libri letti o i titoli e le quantità  di lauree e diplomi acquisiti (se pensiamo alla facilità  con cui possiamo comprarci queste lauree diplomi o masters, fa veramente ridere definirli risorse kuturali acquisiti) 

chiamasi "kultura" tutto ciò  che non si ricollega ad un divenire della Storia, alle RIVOLUZIONI e Controrivoluzioni alle TRADIZIONI di un POPOLO di una COMUNITÀ 

"kultura" è tutto ciò  che psicologicamente É  IMPOSTO tutto ciò  che  "forzatamente" ci hanno fatto digerire per non essere fuori moda. 

CULTURA SONO  gli UOMINI delle scorte  Vito Schifani, Rocco Dicillo  Antonio Montinari, Agostino Catalano, Vincenzo Li Muli, Walter Eddie Cosina, Emanuela Loi   Claudio Traina Mario Trapassi, Salvatore Bartolotta, Stefano Li Sacchi Antonino Lo Russo SONO  Placido Rizzotto Salvatore Carnevale  CULTURA SONO i morti di Portella della Ginestra CULTURA  è  Sciascia è  Falcone è  Caponnetto è Chinnici  è  Borsellino è  Francesca Morvillo è Pietro Scaglione è  Nino Di Matteo è  il giovane Giudice Livatino  ucciso a soli 38 anni Matteo è  Dalla Chiesa,Montale è Pasolini è   Fallaci è Pansa è  Libero Grassi è   Zygmunt Bauman è   Adorno è  la Scuola di Francoforte  SONO le correnti di pensiero  della Riforma e della Controriforma dell'ILLUMINISMO del Rinascimento.....

... ( tutto ciò  al di là  delle proprie convinzioni politiche ideologiche) 

La CULTURA è  nelle pieghe delle rughe dei nostri nonni

È  nelle vecchie foto dei nostri antenati che ritrovi parte di ciò  che noi SIAMO.

https://www.facebook.com/isola.pulita/posts/10217592993890678 



2019 8 giugno VORREI TANTO POTER AMARE IL MIO PAESE ISOLA DELLE FEMMINE ARROGANZA, BOLOGNA STEFANO, Bruno Francesco, CIMITERO, CONSIGLIO MARIA CONCETTA, D'AGOSTINO BENEDETTO, Enea Vincenzo, KULTURA, MANNINO ANGELO, POTERE,

Nessun commento:

Posta un commento