martedì 8 giugno 2010

Berlusconi: “..magari gli viene in mente di sparargli un colpo in testa”


..sparargli un colpo in testa.......
Caricato da isolapulita. - Video notizie dal mondo.


Berlusconi : "PROTEZIONE CIVILE MAI PIÙ ALL'AQUILA" - VIDEO

Il premier Berlusconi blinda il testo sulle intercettazioni





Il Csm intervenga a tutela dei magistrati dell'Aquila che hanno messo sotto inchiesta la Protezione civile per non aver allertato la popolazione sulla possibilità di un imminente terremoto e che sono stati accusati dal presidente del Consiglio di essere politicizzati e di aver messo a rischio l'opera della Protezione civile nei luoghi del disastro. È quanto chiede la maggioranza dei consiglieri in un documento che sta per essere presentato al Comitato di presidenza.

BERLUSCONI: SOVRANITA' DEI PM «La sovranità non è più nelle mani del popolo ma nelle mani di alcuni pm che attraverso la Corte costituzionale si fanno abrogare alcune leggi». Lo afferma Silvio Berlusconi parlando all'Assemblea di Federalberghi. L'architettura istituzionale italiana è tale per cui il premier «ha pochi poteri» e questo riguarda anche l'iter delle leggi. «Se una legge - dice Berlusconi - non piace ai pm di magistratura democratica vanno alla Corte costituzionale e se la fanno abrogare».

PROTEZIONE CIVILE MAI PIU' IN ABRUZZO «Ho detto alla Protezione Civile di non andare per ora in Abruzzo»: così il premier, Silvio Berlusconi, dopo l'accusa di mancato allarme per il rischio terremoto avanzato nei confronti della Protezione Civile da parte della magistratura abruzzese. «E questo perchè - ha chiarito Berlusconi intervenendo alla Federalberghi - potrebbe avvenire che se uno ha qualche familiare che è morto sotto le macerie ed ha una mente fragile magari gli può venire in mente di sparare».

"ALL'INFERNO PER I PM POLITICIZZATI"
«Dopo un primo giudizio in cui risulti innocente, e già ti sei rovinato la vita, avresti il diritto di non finire di nuovo nel girone infernale dei processi per quel fatto invece capita che i pm ti ci riportino perchè con questo mestiere ci guadagnano, perchè vogliono dimostrare il loro teorema accusatorio, perchè gli stai antipatico o solo per pregiudizio politico. E un cittadino si ritrova nell'inferno e ne ha distrutta la vita per sè e la propria famiglia». Lo ha detto il premier Silvio Berlusconi parlando all'Assemblea di Federalberghi.

"TASSA DI SOGGIORNO ROMA? EXTREMA RATIO" «Alemanno mi ha promesso che non ci sarà nulla di intentato. La tassa di soggiorno sarà presa solo come decisione finale dopo un approfondito, approfondito, approfondito dialogo con voi»: lo afferma Silvio Berlusconi parlando all'Assemblea di Federalberghi a proprosito della tassa di soggiorno per il comune di Roma introdotta con la manovra.

"LA RAI CAMBI O NON FIRMO" "Da ministro dello Sviluppo economico posso dire che se la Rai non cambia e non smette di essere così faziosa contro la maggioranza sono quasi quasi tentato di non firmare il contratto di servizio pubblico." È il ragionamento che, secondo quanto riferito da alcuni presenti, Silvio Berlusconi avrebbe svolto in un passaggio del suo intervento all'ufficio di presidenza del Pdl. Parole che tuttavia, secondo una fonte presente, sarebbero state pronunciate in modo scherzoso.

LEGGI ANCHE:
Zavoli: "Subito Masi in commissione di vigilanza"

GENTILONI: "NON PUO' FIRMARE, E' PROPRIETARIO DI MEDIASET" «Con la minaccia di non firmare il contratto di servizio il conflitto di interessi del Presidente Berlusconi oltre che una tragedia diventa anche una farsa»: è quanto sostiene Paolo Gentiloni, responsabile Comunicazioni del Partito Democratico. Secondo l'esponente democratico infatti «è ovvio che il proprietario di Mediaset non può firmare quel contratto diventando così anche sul piano formale l'interlocutore- controllore della Rai». Per Gentiloni «resta la gravità di una minaccia rivolta al vertice Rai in una giornata in cui sono attese importanti decisioni sui palinsesti». «Ritengo - conclude Gentiloni - che la Commissione di Vigilanza, che sta concludendo l'esame del contratto di servizio, debba chiedere formalmente la fine dell'interim al ministero dello Sviluppo; interim che impedisce l'entrata in vigore del contratto tra lo Stato e la Raì».

ORLANDO: "STANCHI DELLE MINACCE" "Siamo stanchi delle minacce e dei ricatti del dittatorello Silvio Berlusconi", ha commentato immediatamente l'Italia dei Valori per bocca del portavoce Leoluca Orlando. "Non è il padrone della Rai e non è più sostenibile il fatto che detenga ancora l'interim dello Sviluppo Economico". In una nota, Orlando parla di maxi-conflittto d'interessi nel conflitto d'interessi".

PDCI: "RAI NON E' DI SUA PROPRIETA'" «La Rai non è di sua proprietà: le parole del premier non fanno che acuire il suo già enorme conflitto di interessi». È quanto afferma Alessandro Pignatiello, coordinatore della segreteria nazionale del PdCI - Federazione della sinistra, che continua: «O la pensate come me oppure non firmo il contratto di servizio significa minacciare la libertà di espressione e il concetto stesso di democrazia. Siamo oltre il livello massimo d'allarme: questo premier fa male all'Italia».

INTERCETTAZIONI, PREMIER SI ASTIENE Nel corso della riunione del Pdl sulla legge sulle intercettazioni c'é stata "una sola astensione, la mia e me ne spiaccio ma il programma del Pdl è vincolante e questa legge non adempie a tutte le promesse". Lo afferma Silvio Berlusconi intervenendo, prima di quanto fosse previsto, all'Assemblea di Federalberghi. "Lobby di magistrati e giornalisti hanno finora impedito che si arrivasse ad un testo che difende al 100 per cento la nostra privacy, che in una democrazia è uno dei primi contenuti del nostro diritto alla libertà".

"DA DOMANI TUTTI INTERCETTATI..." «Chiedo scusa per il ritardo ma ho presieduto una riunione del Pdl che aveva per oggetto una questione che interessa tutti: il ddl sulle intercettazioni. E a seguito di quello che abbiamo deciso da domani sarete tutti intercettati...»: così Silvio Berlusconi si rivolge, scherzando, all'Assemblea di Federalberghi appena arrivato all'auditorium. Il premier, il cui intervento ufficiale è previsto dopo quello del presidente dell'organizzazione, ha scelto di rendersi protagonista dunque di un mini 'fuori programmà prendendo la parola appena salito sul palco per parlare appunto delle decisioni prese durante l'ufficio di presidenza del Pdl che ha esaminato il testo sulle intercettazioni messo a punto in queste ultime ore.

"FRASI AL TELEFONO CAMBIANO SENSO" «Frasi dette al telefono con ironia, magari se viene omessa una parte del discorso, possono modificarsi totalmente e cambiare di senso. E le parole lette sulla carta stampata assumono un significato molto diverso da quelle pronunciate al telefono». Così il premier Silvio Berlusconi ha spiegato, parlando all'Assemblea Federalberghi, la necessità di varare al più presto il ddl sulle intercettazioni. «Abbiamo ridotto, con pesanti pene per i responsabili, la possibilità di fughe di notizie. E così abbiamo praticamente impedito la pubblicazione delle intercettazioni su stampa e tv».

"OGGI INIZIAMO, CAMMINO E' LUNGO" «Iniziamo con questa legge che migliora le cose nel lungo cammino per il nostro diritto alla libertà». Lo ha detto il premier Silvio Berlusconi parlando all'Assemblea di Federalberghi del testo messo a punto dall'ufficio di presidenza del Pdl. «La legge riduce a 75 giorni la possibilità di intercettare con possibili proroghe di 48 ore. Prima - aggiunge Berlusconi scherzando - il tempo consentito per le intercettazioni era di tre anni. E non era piacevole, se avevi quindici fidanzate, ritrovarti intercettate per un tempo così lungo le telefonate intercettate con tutte e quindici».

TESTO BLINDATO ALLA CAMERA Oggi l'Ufficio di Presidenza del Pdl deve decidere, sulla base del programma elettorale, sul ddl intercettazioni che poi sarà sottoposto al voto in Senato e successivamente alla Camera, dove però, visto che il testo è sato lungamente esaminato, non si faranno ulteriori modifiche. È questo il ragionamento che Silvio Berlusconi, secondo alcuni presenti, ha fatto nel corso della riunione di questa mattina a Palazzo Grazioli introducendo l'argomento e 'blindandò di fatto il testo che uscirà da Palazzo Madama.(

D'ALEMA: "COSI' NON VA BENE" Il ddl sulle intercettazioni «così com'è non va bene». Lo sottolinea Massimo D'Alema, a margine di un incontro con rappresentanti delle autorità di Foggia in protesta di fronte a Montecitorio per la cancellazione con la manovra della previsione dell'autorità per la sicurezza alimentare italiana nel comune pugliese. Ai cronisti che gli chiedono del fatto che all'ufficio di presidenza del Pdl sarebbe stato blindato il testo del ddl così come uscirà dal Senato, D'Alema replica: «intanto vediamo se è quello deciso a Palazzo Grazioli che, come è noto non è un ramo del Parlamento», ma poi «dobbiamo aspettare che il testo arrivi in commissione Giustizia» altrimenti «sarebbe un caso di esproprio delle istituzioni». «In ogni caso - prosegue D'Alema replicando a chi gli chiede se il Pd lo voterà o meno al Senato - se il testo è quello noto fino a ieri, contiene ancora norme non rassicuranti per la sicurezza dei cittadini». E citando la possibilità di proseguire le intercettazioni oltre i 75 giorni previsti dal testo ma solo con una richiesta di 48 ore in 48 ore, D'Alema parla di una «norma ostruzionistica per le indagini».

RELAZIONE SU DDL APPROVATA ALL'UNANIMITA' "L'Ufficio di presidenza del Pdl ha approvato all'unanimità la relazione sul ddl intercettazioni. Per quanto riguarda il cosiddetto emendamento "Ghedini" si sta pensando di allungare il termine di proroga delle intercettazioni dalle 48 alle 72 ore". Lo ha detto il presidente del gruppo dei senatori del Pdl, Maurizio Gasparri, al termine dell'Ufficio di presidenza del partito. "Si è anche stabilito - ha aggiunto il capogruppo del Pdl alla Camera, Fabrizio Cicchitto - che il ddl non verrà assolutamente cambiato alla Camera. Ci potranno essere opinioni dissenzienti su alcuni punti del provvedimento, ma poi, alla fine, anche quella che potrebbe essere la minoranza dovrà uniformarsi al voto della maggioranza che è stato deciso oggi". "Le differenze potranno arricchire il dibattito politico-culturale, ma poi, al momento del voto, si dovrà rispettare quanto deciso oggi dall'Ufficio di presidenza del Pdl". "Per quanto riguarda tutti gli altri emendamenti - ha precisato Gasparri - resta immutato quanto annunciato al vertice dei tecnici al Senato della scorsa settimana. I temi sono quelli, li abbiamo messi nero su bianco e oggi li abbiamo approvati nell'Ufficio di presidenza. Ora dovremmo presentare le nostre proposte di modifica al senato".

BERLUSCONI: OK A TESTO ANCHE SE LO VOLEVO PIU'INCISIVO
Avrei preferito un testo più incisivo per impedire abusi nell'utilizzo delle intercettazioni, ma il compromesso raggiunto dimostra che il Pdl è un partrito democratico in cui le decisioni vengono prese con il contributo di tutti. E' questo il giudizio che Silvio Berlusconi, secondo quanto riferito da diversi presenti, ha dato nel corso dell'Ufficio di Presidenza al testo sulle intercettazioni. Il premier ha comunque sottolineato che si tratta di un passo importante verso una migliore regolamentazione dello strumento di indagine. "Il ddl intercettazioni sarà sottoposto al voto in Senato e successivamente alla Camera, dove però, visto che il testo è stato lungamente esaminato, non si faranno ulteriori modifiche. E' questo il ragionamento che Silvio Berlusconi, secondo alcuni presenti, ha fatto nel corso della riunione di questa mattina a Palazzo Grazioli introducendo l'argomento e 'blindando' di fatto il testo che uscirà da Palazzo Madama.

GASPARRI, EDITORI? REATO GRAVE ALTE SANZIONI
"Abbiamo previsto sanzioni più alte per gli editori visto che abbiamo introdotto una fattispecie di reato più grave". Il capogruppo del Pdl al Senato, Maurizio Gasparri, spiega così l'emendamento che presenterà oggi il relatore Roberto Centaro al Senato che prevede nuove sanzioni per gli editori. "Gli editori - aggiunge Gasparri - dovranno rispondere anche del fatto di pubblicare intercettazioni di cui è stata ordinata la distruzione. Siccome la fattispecie è più grave di quella già prevista, anche le sanzioni dovranno essere maggiori". Nella bozza di emendamento alla quale stava lavorando ieri Centaro si prevedeva il pagamento da un minimo di 100 ad un massimo di 300 quote per l'editore la cui testata aveva pubblicato intercettazioni di cui era stata ordinata la distruzione. Ogni quota, in base alla legge esistente, può valere da un minimo di 258 euro a un massimo di circa 1.500. Quindi, nella sua pena massima, l'editore sarà costretto a pagare fino a oltre 450 mila euro.

VIESPOLI,CI SONO PASSI AVANTI POSITIVI
"L'esame degli emendamenti conferma alcuni passi avanti soprattutto in tema di intercettazioni ambientali, ricusazione e astensione. Positiva è la volontà di superare il limite rigido dei settantacinque giorni anche se le modalità indicate necessitano di un'ulteriore riflessione per evitare un impatto negativo sull'organizzazione giudiziaria". Lo afferma in una nota il senatore finiano e sottosegretario al Welfare, Pasquale Viespoli.

fonte:





FUORI DI TESTA – Il premier: «Rischio che qualcuno spari: Protezione civile mai più a L’Aquila»

Il premier: «Rischio che qualcuno spari: Protezione civile mai più a L’Aquila»

http://www.ilmessaggero.it/MsgrNews/HIGH/20100608_protezione.jpg

«Con indagine per omicidio colposo i parenti delle vittime

potrebbero colpire». Consiglieri del Csm: frasi irresponsabili

ROMA (8 giugno) – Nuovo violento attacco di Silvio Berlusconi ai magistrati. «La sovranità non è più nelle mani del popolo, ma nelle mani di alcuni pm che attraverso la Corte costituzionale si fanno abrogare alcune leggi», ha affermato il premier all’assemblea di Federalberghi, ripetendo accuse già fatte più o meno con le stesse parole il 26 febbraio scorso.

L’ennesimo attacco alla magistratura prende spunto dalla legge sulle intercettazioni che, come annunciato dal premier, non subirà più modifiche. L’architettura istituzionale italiana è tale per cui il premier «ha pochi poteri» e questo riguarda anche l’iter delle leggi. «Se una legge – dice Berlusconi – non piace ai pm di magistratura democratica vanno alla Corte costituzionale e se la fanno abrogare».

Poi Berlusconi attacca anche sul fronte terremoto e annuncia che la Protezione civile non andrà più a L’Aquila finché non cadranno le accuse di omicidio colposo avanzate dalla magistratura contro i dirigenti. Il premier ha puntato in particolare il dito contro quei magistrati che hanno attaccato la Protezione civile e il suo capo, Guido Bertolaso, accusandoli di non aver allertato la popolazione prima del terremoto. «Un’accusa assurda» secondo il Cavaliere, il quale sostiene che l’azione della magistratura sta mettendo a repentaglio l’opera di ricostruzione: «Hanno creato un clima tale per cui la Protezione civile non può più mettere piede all’Aquila perché rischia di essere aggredita dalla gente.

«Qualcuno potrebbe sparare».
Il premier ha svolto un ragionamento in base al quale, dopo il dolore causato dal terremoto ai familiari di chi ha perso la vita, «se uno ha avuto un familiare morto sotto le macerie ed è anche in una condizione di debolezza gli può anche venire di sparare un colpo… per cui la Protezione civile non andrà più in Abruzzo finché c’è l’indagine per omicidio colposo».

Il Csm intervenga a tutela dei magistrati dell’Aquila che hanno messo sotto inchiesta la Protezione civile per non aver allertato la popolazione sulla possibilità di un imminente terremoto e che sono stati accusati dal presidente del Consiglio di essere politicizzati e di aver messo a rischio l’opera della Protezione civile nei luoghi del disastro. E’ quanto chiede la maggioranza dei consiglieri in un documento sottoscritto da 14 consiglieri su 25 (non l’hanno firmata i togati di Magistratura Indipendente e dei laici del Pdl) e indirizzato al Comitato di presidenza.

«Dichiarazioni irresponsabili». I consiglieri del Csm che hanno firmato il documento definiscono le parole del premier «irresponsabili», «molto gravi e denigratorie» e «poco istituzionali» nel migliore dei casi. «Sono dichiarazioni irresponsabili – dice Mauro Volpi, laico di sinistra – sia perché ventilano attentati a danno della Protezione civile, sia perché delegittimano completamente il ruolo del pm. Semmai, chi ha dato spazio alla possibile commissione di fatti di corruzione sono state le ordinanze che hanno dato enorme potere alla Protezione civile sottraendola a ogni controllo».

Il procuratore Rossini: non entro in polemica. «Non entro in polemica. Continuiamo a lavorare come al solito bene, velocemente e rispettando le leggi vigenti» dice il procuratore della Repubblica dell’Aquila, Alfredo Rossini a proposito delle accuse del premier.

Il sindaco Cialente: «Aria tesa? Sì, per le tasse e i contributi». «Non so proprio come si possano dire certe cose… Insomma, sono sconcertato»: replica così il sindaco dell’Aquila, Massimo Cialente, alle dichiarazioni del premier. «E’ proprio una dichiarazione arrivata in un momento sbagliato – dice Cialente – E’ vero che all’Aquila l’aria è tesa, ma per via della vicenda delle tasse e dei contributi che dovrebbero essere pagati di nuovo dai terremotati. Governo e opposizione sanno bene, perché ho parlato chiaro, che in città c’è nervosismo: menti fragili non ce ne sono, ma gente nervosa sì. Al più presto inviterò Berlusconi all’Aquila per parlare di queste cose. Quanto alla Protezione civile, al di là delle vicende giudiziarie, all’Aquila invece c’è grande riconoscenza, specie per i 17mila volontari che ci sono stati vicini per mesi. Il rapporto con la Protezione civile è eccellente».

Pd: premier irresponsabile e incendiario. «Sono parole rancorose e incendiarie, Berlusconi getta benzina sul fuoco e dimostra, ancora una volta, la sua completa sfiducia nella magistratura – dice Donatella Ferranti, capogruppo del Pd nella commissione Giustizia della Camera -. Arrivare ad evocare il pericolo di spari in testa agli uomini della Protezione civile è da irresponsabili e ha tutto il sapore di un tentativo di influenzare le indagini».

Di Pietro: il premier è in salute mentale? «In meno di due ore, stamattina, il presidente del Consiglio ha dato il meglio di sè ed il peggio per il Paese. Nel leggere le agenzie di stampa sembrerebbe di trovarsi di fronte ad una escalation di follia simile a quella del film del regista Joel Schumacher, Un giorno di ordinaria follia-1993», ha commentato Antonio Di Pietro, presidente dell’Idv. «Con queste dichiarazioni direi che ogni commento superfluo. Tuttavia, visto che il soggetto in questione ricopre la carica di presidente del Consiglio, una riflessione doverosa: in salute mentale il Premier della Repubblica italiana? Quali rischi corriamo nel tenere una persona che dimostra di non essere nel pieno delle sue facoltà mentali in quella posizione?. Diciamo che, con le affermazioni di oggi, chiaramente riconoscibile la fase terminale del regime Berlusconi».

Comitato 3 e 32: nessuna violenza, ci fidiamo dei magistrati.
«Ci teniamo a rassicurare il presidente del Consiglio che nessun volontario della Protezione civile verrà mai toccato da atti di violenza – dice Alessandro Gioia del comitato cittadino “3e32″ – Gli aquilani sapevano già da tempo che c’era stato un mancato allarme, questi avvisi in sostanza non cambiano nulla. Noi, a differenza del premier, confidiamo nel lavoro della magistratura e
attendiamo che l’inchiesta faccia il suo corso. Le gogne non ci servono».

fonte: http://www.ilmessaggero.it/articolo.php?id=105556&sez=HOME_INITALIA




INSANITA’ MENTALE – Berlusconi: «Governare con le regole della Costituzione è un inferno»

All’assemblea di Confartigianato: «difficilissimo trasformare progetti in leggi concrete»
Berlusconi: «Governare con le regole della Costituzione è un inferno»

http://www.nursingadvocacy.org/images/public_figures/silvio_berlusconi.gif

Replica Bersani: «Ha giurato sulla Carta: se non gli piace, può anche andare a casa»

ROMA - Governare con le regole che impone la Costituzione è un inferno. Lo ha detto il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, intervenendo all’assemblea della Confartigianato. «Visto da dentro è un inferno: non è che manchino le intenzioni o i buoni progetti, ma l’architettura costituzionale rende difficilissimo trasformare progetti in leggi concrete», ha affermato il premier. «Poi ci sono i tempi della burocrazia, della giustizia civile e penale: lo Stato si è sviluppato in maniera eccessiva e prende a noi cittadini il 50% di ciò che produciamo e dà molto di meno in termini di servizi».

ART. 41 «DATATO» – Inoltre secondo Berlusconi l’articolo 41 della Costituzione «è datato». «La Costituzione è molto datata, si parla molto di lavoro e quasi mai di impresa, che è citata solo nell’articolo 41. Non è mai citata la parola mercato. Pensiamo a una legge ordinaria, ma serve anche riscrivere l’articolo 41 della Costituzione». Berlusconi si è poi chiesto «fino a quando un’impresa» può continuare ad agire in una cornice di regole che risente di una Costituzione a «matrice cattocomunista».

REPLICHE SULLA COSTITUZIONE - Sulla Costituzione «infernale» ha prontamente replicato Pier Luigi Bersani: «Berlusconi deve smetterla di attaccare la Costituzione», ha detto il segretario del Partito democratico. «Hai giurato sulla Costituzione: se non ti piace, vai a casa». Per il leader dell’Idv Antonio Di Pietro, «solo nei modelli fascisti si può fare a meno delle regole costituzionali e del Parlamento». «L’inferno vero è il suo governo autoritario. Un personaggio che usa un simile linguaggio non è degno di ricoprire il ruolo di presidente del Consiglio», ha affermato Pino Sgobio, dell’ufficio politico del Pdci-Federazione della sinistra. «Berlusconi è divorato dall’odio per la democrazia e sta minacciando la nostra libertà», ha replicato Gennaro Migliore, della segreteria nazionale di Sinistra Ecologia Libertà.

IMPRESE - Entro l’autunno lo Statuto delle piccole e medie imprese sarà legge, ha promesso il premier. «Ci impegneremo a fare diventare legge lo Statuto delle imprese entro l’autunno, perché quello che va bene alle imprese va bene all’Italia. Vogliamo arrivare a un nuovo sistema in cui non si debbano chiedere più permessi, autorizzazioni, concessioni o licenze: che sono per me un linguaggio e una pratica da Stato totalitario, da Stato padrone che percepisce i cittadini come sudditi».

FISCO E TRACCIABILITÀ - «Il nostro scopo è arrivare a diminuire la pressione fiscale, arrivando a un unico codice di norme fiscali entro la legislatura», ha spiegato il capo del governo. Secondo Berlusconi la soglia per la tracciabilità dei pagamenti fissata dalla manovra a 5 mila euro «è giusta. Non sono i 100 euro che avrebbe messo la sinistra se fosse stata al governo: quello sarebbe uno Stato di polizia tributaria». Secondo il premier la «diffidenza» dei confronti degli imprenditori «viene dalla cultura comunista degli anni Settanta» che ha sempre considerato l’imprenditore «un truffatore e un evasore».

OFFERTA DALLA POLTRONA DI MINISTRO – Berlusconi appena arrivato aveva salutato con un caloroso abbraccio Emma Marcegaglia, presidente della Confindustria. Dopo aver proposto Marcegaglia come ministro dello Sviluppo economico al posto dell’interim che lo stesso Berlusconi ha assunto dopo le dimissioni di Claudio Scajola e aver incassato il suo no e quello dell’assemblea della Confindustria, Berlusconi tra il serio e il faceto ha rilanciato la proposta anche con il numero uno di Confartigianato, Giorgio Guerrini: «Se non avessi già avuto il no di Emma, avrei proposto anche a te di fare il minsitro, ma ne parleremo in separata sede». Guerrini ha risposto: «Ognuno deve fare il proprio mestiere». Pronta la replica di Berlusconi: «Facciamo lo stesso mestiere, io sono un imprenditore prestato temporaneamente alla politica».

09 giugno 2010

fonte: http://www.corriere.it/politica/10_giugno_09/confartigianato-assemblea-berlusconi_51312216-73af-11df-8fbb-00144f02aabe.shtml



*Denunciato il Sindaco per deturpamento delle bellezze naturali
*Commissariamento dei Comuni per inadempienze per gestione rifiuti?
*Basta MUNNEZZA per le strade di Isola delle Femmine
*Isola delle Femmine: Chi è lo sciacallo?
*Berlusconi: “..magari gli viene in mente di sparargli un colpo in testa”
*Munnezza a Isola delle Femmine Costi e Ricavi?

*Caro "Sindaco" Prof Gaspare Portobello Mafia o Antimafia?
*Non chiamiamoli più rifiuti!
*Basta MUNNEZZA per le strade di Isola delle Femmine
*Munnezza a Isola delle Femmine Costi e Ricavi?
*ATO IDRICO PA 1 Assemblea 7 8 giugno 2010
*Lavoro, protesta dei precari degli enti locali
*La manovra finanziaria " Lacrime e sangue"
*La Sicilia Le maggioranze Trasversali sul Servizio Idrico ARIA FRITTA
*Isola delle Femmine Distributore di benzina al Porto Pescatori o Diportisti?
*Italcementi, non condanniamo la torre alta 120 metri
*I Beni Comuni nello spezzatino del Federalismo
*Donatella Costa Lettera al Presidente regione Sicilia Raffaele Lombardo
*Libertà di Stampa e Regime
*La munnezza di Isola delle Femmine vale tanto oro quanto pesa
*SiciliaMafiopoli: IL CASO GENCHI PELLERITO termovalorizzatori e........
*TRASFERIMENTO DEFINITIVO ALL’ATO PA1 DI ALCUNI DIPENDENTI Delibera impegno riassunnzione da parte dei Comuni
*Mi Illumino di Incenso
*ATO Idrico gara da Rifare
*SINDACO: Punito perchè virtuoso
*Lombardo: "Ecco i nemici del cambiamento"
*Corte dei Conti INDAGINE funzionamento ATO PA 1
*ATO Rifiuti Sentenza Corte Conti Tariffe Competenza Comuni
*ATO Idrico Pa1 Struttura tariffa e agevolazioni
*FEDERALISMO Demaniale
*Piccolo apologo sul paese illegale
*Indagato il sindaco Cammarata per la discarica di Bellolampo
*Sicilia i Termovaloroizzatori "puzzano" di mafia
*Presentazione del Rapporto sulle tecniche trattamentio rifiuti
*La manovra finanziaria " Lacrime e sangue"
*Attuazione Art. 4 Legge4/3/2009, n. 15, ricorso per l'efficienza delle amministrazioni e dei concessionari di servizi pubblici.
*BANCA D’ITALIA Relazione Annuale
*"Sindaco" Gaspare Portobello Mafia o Antimafia
*Sindaco Portobello: Chi è lo sciacallo?
*Rapporto sulle tecniche di trattamento dei rifiuti



*ATO IDRICO PA 1 Assemblea 7 8 giugno 2010
*ATO Idrico gara da Rifare
*Commissariamento dei Comuni per inadempienze per gestione rifiuti?
*Caro "Sindaco" Prof Gaspare Portobello Mafia o Antimafia?
*Denunciato il Sindaco per deturpamento delle bellezze naturali
*Berlusconi: “..magari gli viene in mente di sparargli un colpo in testa”
*Basta MUNNEZZA per le strade di Isola delle Femmine
*Munnezza a Isola delle Femmine Costi e Ricavi?

*Saltano cantieri lavoro e assistenza ...
*Isola delle Femmine: Chi è lo sciacallo?
*“Possiamo sempre fare qualcosa”. In memoria di Giovanni Falcone?
*DISTRIBUTORE BENZINA AL PORTO DI ISOLA?

*I TURISTI SCAPPANO DA ISOLA DELLE FEMMINE
SICILIA RIFIUTI: ** Rifiuti in Sicilia, un dossier anonimo
*Donatella Costa Lettera al Presidente regione Sicilia Raffaele Lombardo
*Candidato alle elezioni amministrative anche un nipote del boss

*
Isola Pulita
*
Isola delle Femmine Consiglio Comunale Bilancio Previsione 2010 6 maggio 2010
*“Sono disposta a vendere una delle mie ville per disporre dei fondi necessari a impedire il successo delle liste avversarie da quella di Portobello

Isola delle Femmine: **Isola delle Femmine Consiglio Comunale Bilancio Previsione 2010 6 maggio 2010

Sicilia Mafiopoli: ** IL CASO GENCHI PELLERITO termovalorizzatori e........
*Modalità di gestione dei Rifiuti
*
Consiglio Comunale Isola delle Femmine "infiltrazioni mafiose nella Pubblica Amministrazione"

*Isola delle Femmine Consiglio Comunale Bilancio Previsione 2010 6 maggio 2010
*Arrestato Il Sindaco è accusato di peculato, falso, abuso d'ufficio, truffa aggravata e violazioni al Testo unico in materia edilizia
*Consiglio Comunale Isola delle Femmine 1 febbraio 2010 Rinascita Isolana: Le Vostre collusioni con i POTERI FORTI
*
Isola delle Femmine 16 Gennaio 2010 Rinascita isolana Denuncia il Segretario dr. Scafidi
*Consiglio Comunale 18/9/09 Interrogazioni. Croce Antonio Ato Idrico Associazione Protezione Civile Maggioli
*
Consiglio Comunale Isola delle Femmine 6 Agosto 2009 Rinascita Isolana: "Assessore" CUTINO dimettiti Revocate l'incarico al geom Impastato
*
Bilancio di previsione 2010 proroga al 30 giugno
*La solidarietà dalle Valle dei Templi

*Morte di un Siciliano
*Isola Ecologica di Isola finanziata dalla C.E., Ditta Zuccarello, AL.TA. Borgetto, ATO/PA1?
Dr. Croce, Bruno, geologo Cutino,Puglisi, Ing. Francavilla Arch Licata, M.A.M. s.n.c., geom Dionisi.........
*SEQUESTRATE LE SCHEDE ELETTORALI
*
CONSULENZE e..............
*I PACCHI DELL'AMBIENTALISTA rosso-verde-arancione
*M.A.M. s.n.c. PALazzotto Pizzerie verde e Isola ecologiche
*M.A.M. s.n.c. Progetto di Variante ed Elezioni Amministrative *Consiglio Comunale Su ATO rifiuti e Ripubblicizzazione Acqua Bene Comune
*La Sicilia Le maggioranze Trasversali sul Servizio Idrico ARIA FRITTA
*Angela Corica
*LA CRICCA DEGLI APPALTI
*La munnezza di Isola delle Femmine vale tanto oro quanto pesa
*DELIBERE DELLA GIUNTA PORTOBELLO 2010
*DELIBERE CONSIGLIO COMUNALE
*Rapporto ecomafia 2008 - Sicilia, ciclo dei rifiuti, la monnezza è “Cosa Nostra”
*La manovra finanziaria " Lacrime e sangue"
*Attuazione Art. 4 Legge4/3/2009, n. 15, ricorso per l'efficienza delle amministrazioni e dei concessionari di servizi pubblici.
*BANCA D’ITALIA Relazione Annuale
*
Controllo su atti Enti Locali Circolari e Legge Regionale 44/1991
*
U.R.P. Isola delle Femmine inadempiente pag 7
*
Ingegnere Francavilla Stefano
*
APPROVATI CANTIERI DI LAVORO
*
Ingegnere Lascari Gioacchino
*
Ingegnere Lascari Gioacchino Scalici
*C.E n.03-2010 - Enea Orazio Ing Lascari
*C
onsulenti Geologi Eletti
*
Dr. Marcello Cutino geologo
*
Cutino dr. Marcello Pet-coke Portobello DIMISSIONI
*Consiglio Comunale Isola delle Femmine 6 Agosto 2009 Rinascita Isolana: "Assessore" CUTINO dimettiti Revocate l'incarico al geom Impastato
*
Minagra dr. Vincenzo Biologo
*Minagra dr. Vincenzo Consulente ambientale del Sindaco Portobello
*
Le acque d’oro di Ambiente e Sicurezza Dr. Minagra
*Vincenzo dr. Minagra Pet-coke Cutino Portobello
*
I COSTI DELLA POLITICA INCARICHI DIRIGENZIALI A LAVORATORI PRECARI
*
Vigilanza e controllo degli enti locali - Ufficio ispettivo

*ISOLA ecologica PIANO Levante CANTIERI lavoro M.A.M. Pizzerie e........
*
APPROVATI CANTIERI DI LAVORO
*
Cantiere Lavoro all’isola ecologica
*Isola ecologica
*
Architetto Licata Geologo Cutino Incaricati di……
*
Architetto Licata
*Restauro Torre
*
Consiglio Comunale 25 giugno 2009 Insediamento "Sindaco" a Isola delle FemmineDichiarazione Rinascita Isolana

*Accesso agli Atti Dichiarazione Redditi Amministratori
*Isola delle Femmine CARTA DEI VALORI "Servire il Paese"
*Interrogazione Parlamentare su infiltrazione mafiosa a Isola delle Femmine

*Esposto Denuncia Corte dei Conti e Assessorato per danni ERARIALI
*Mi si è ristretto il pene! Colpa dell'inquinamento

*Raccolte 350 firme dei pescatori contro il distributore di benzina al porto
*Distributore di benzina al porto. Pescatori o diportisti?
*Gestione Porto Ordinanza Capitaneria 20/08
*LA PESCA IL PORTO A ISOLA DELLE FEMMINE
*Impastato Giovanni Assessore LLPP inaugura il porto di Isola
*Geometra Impastato Giovanni da Assessore LLPP a Consulente del Sindaco
*Mi Illumino di Incenso
*ISOLA DELLE FEMMINE TRA STORIA E TRADIZIONE

*Caro "Sindaco" Prof Gaspare Portobello Mafia o Antimafia?*Lavoro, protesta dei precari degli enti locali

*La manovra finanziaria " Lacrime e sangue"

*La Sicilia Le maggioranze Trasversali sul Servizio Idrico ARIA FRITTA

*Isola delle Femmine Distributore di benzina al Porto Pescatori o Diportisti?

*Italcementi, non condanniamo la torre alta 120 metri

*I Beni Comuni nello spezzatino del Federalismo

*Donatella Costa Lettera al Presidente regione Sicilia Raffaele Lombardo

*Libertà di Stampa e Regime

*SiciliaMafiopoli: IL CASO GENCHI PELLERITO termovalorizzatori e........

*TRASFERIMENTO DEFINITIVO ALL’ATO PA1 DI ALCUNI DIPENDENTI Delibera impegno riassunnzione da parte dei Comuni

*Mi Illumino di Incenso

» Posizione Economica Capi di Settore
*Caro "Sindaco" Prof Gaspare Portobello Mafia o Antimafia?
*Non chiamiamoli più rifiuti!
*ATO IDRICO PA 1 Assemblea 7 8 giugno 2010
*Lavoro, protesta dei precari degli enti locali
*La manovra finanziaria " Lacrime e sangue"
*La Sicilia Le maggioranze Trasversali sul Servizio Idrico ARIA FRITTA
*Isola delle Femmine Distributore di benzina al Porto Pescatori o Diportisti?
*Italcementi, non condanniamo la torre alta 120 metri
*I Beni Comuni nello spezzatino del Federalismo
*Donatella Costa Lettera al Presidente regione Sicilia Raffaele Lombardo
*Libertà di Stampa e Regime
*La munnezza di Isola delle Femmine vale tanto oro quanto pesa
*SiciliaMafiopoli: IL CASO GENCHI PELLERITO termovalorizzatori e........
*TRASFERIMENTO DEFINITIVO ALL’ATO PA1 DI ALCUNI DIPENDENTI Delibera impegno riassunnzione da parte dei Comuni
*Mi Illumino di Incenso
*SINDACO: Punito perchè virtuoso
*Lombardo: "Ecco i nemici del cambiamento"
*Corte dei Conti INDAGINE funzionamento ATO PA 1
*ATO Rifiuti Sentenza Corte Conti Tariffe Competenza Comuni
*ATO Idrico Pa1 Struttura tariffa e agevolazioni
*FEDERALISMO Demaniale
*Piccolo apologo sul paese illegale
*Indagato il sindaco Cammarata per la discarica di Bellolampo
*Sicilia i Termovaloroizzatori "puzzano" di mafia
*"Sindaco" Gaspare Portobello Mafia o Antimafia
*Sindaco Portobello: Chi è lo sciacallo?
*Rapporto sulle tecniche di trattamento dei rifiuti
Vai a → Retribuzione Direttore Generale - Anno 2008
Vai a → Retribuzione Segretario - Anno 2009

Vai a → Trattamento economico annuo lordo dei Titolari di posizione organizzativa
» Curricula Dirigenti e Capi di Settore
*C.V. Dott. Scafidi Manlio Segretario Generale.
*C.V. Sig.ra Pirrone Nunzia Responsabile Settore Amministrativo e del Settore Servizi Sociali.
*C.V. Rag. Fontanetta Biagio Responsabile Settore Economico-finanziario e del Settore Personale.
*C.V. Arch. D'Arpa Sandro Responsabile Settore Urbanistica e del Settore Lavori Pubblici.
*C.V. Dott. Croce Antonio Responsabile Settore Vigilanza (Polizia Municipale).
*C.V. Sig. Tricoli Antonino Responsabile Settore Attività Produttive, Tributi ed Acquedotto




*Denunciato il Sindaco per deturpamento delle bellezze naturali
*Commissariamento dei Comuni per inadempienze per gestione rifiuti?
*Basta MUNNEZZA per le strade di Isola delle Femmine
*Isola delle Femmine: Chi è lo sciacallo?
*Berlusconi: “..magari gli viene in mente di sparargli un colpo in testa”
*Munnezza a Isola delle Femmine Costi e Ricavi?

*Caro "Sindaco" Prof Gaspare Portobello Mafia o Antimafia?
*Non chiamiamoli più rifiuti!
*Basta MUNNEZZA per le strade di Isola delle Femmine
*Munnezza a Isola delle Femmine Costi e Ricavi?
*ATO IDRICO PA 1 Assemblea 7 8 giugno 2010
*Lavoro, protesta dei precari degli enti locali
*La manovra finanziaria " Lacrime e sangue"
*La Sicilia Le maggioranze Trasversali sul Servizio Idrico ARIA FRITTA
*Isola delle Femmine Distributore di benzina al Porto Pescatori o Diportisti?
*Italcementi, non condanniamo la torre alta 120 metri
*I Beni Comuni nello spezzatino del Federalismo
*Donatella Costa Lettera al Presidente regione Sicilia Raffaele Lombardo
*Libertà di Stampa e Regime
*La munnezza di Isola delle Femmine vale tanto oro quanto pesa
*SiciliaMafiopoli: IL CASO GENCHI PELLERITO termovalorizzatori e........
*TRASFERIMENTO DEFINITIVO ALL’ATO PA1 DI ALCUNI DIPENDENTI Delibera impegno riassunnzione da parte dei Comuni
*Mi Illumino di Incenso
*ATO Idrico gara da Rifare
*SINDACO: Punito perchè virtuoso
*Lombardo: "Ecco i nemici del cambiamento"
*Corte dei Conti INDAGINE funzionamento ATO PA 1
*ATO Rifiuti Sentenza Corte Conti Tariffe Competenza Comuni
*ATO Idrico Pa1 Struttura tariffa e agevolazioni
*FEDERALISMO Demaniale
*Piccolo apologo sul paese illegale
*Indagato il sindaco Cammarata per la discarica di Bellolampo
*Sicilia i Termovaloroizzatori "puzzano" di mafia
*La manovra finanziaria " Lacrime e sangue"
*Attuazione Art. 4 Legge4/3/2009, n. 15, ricorso per l'efficienza delle amministrazioni e dei concessionari di servizi pubblici.
*BANCA D’ITALIA Relazione Annuale
*"Sindaco" Gaspare Portobello Mafia o Antimafia
*Sindaco Portobello: Chi è lo sciacallo?

Tutti gli atti, provvedimenti, licenze edilizie, ordinanze, polemiche, interventi, fatti e misfatti documentati, ci siamo limitati a raccontare i FATTI:
Ultim'ora......
*Isola delle Femmine: Chi è lo sciacallo?
*La resa alla povertà degli amministratori di Isola delle Femmine
*Berlusconi: “..magari gli viene in mente di sparargli un colpo in testa”
*RACCOLTA DIFFERENZIATA E RICICLO
*L'ASSEMBLEA REGIONALE SICILIANA APPROVA LA LEGGE SUI RIFIUTI
*La Lega Nord con un emendamento approva la soppressione degli ATO
*Italcementi Monselice: la commissione ambiente boccia il revamping
*Caro Signor "Sindaco" Professore Gaspare Portobello
*Caro Signor "Sindaco" Professore Gaspare Portobello
*LA DEFICIENZA DELLA GESTIONE AMMINISTRATIVA?
*T.A.R.
*I PACCHI DELL'AMBIENTALISTA rosso-verde-arancione
*ATO Idrico gara da Rifare
*M.A.M. s.n.c. PALazzotto Pizzerie verde e Isola ecologiche
*M.A.M. s.n.c. Progetto di Variante ed Elezioni Amministrative *La munnezza di Isola delle Femmine vale tanto oro quanto pesa
*DELIBERE CONSIGLIO COMUNALE
*La manovra finanziaria " Lacrime e sangue"
*Attuazione Art. 4 Legge4/3/2009, n. 15, ricorso per l'efficienza delle amministrazioni e dei concessionari di servizi pubblici.
*BANCA D’ITALIA Relazione Annuale
*Rapporto ecomafia 2008 - Sicilia, ciclo dei rifiuti, la monnezza è “Cosa Nostra”
Dossier sull'acqua ai privati: Scarica il pdf
Dossier Munnizzopoli: scarica il pdf
*"Sindaco" Gaspare Portobello Mafia o Antimafia
*Sindaco Portobello: Chi è lo sciacallo?


*ATO IDRICO PA 1 Assemblea 7 8 giugno 2010
*ATO Idrico gara da Rifare
*Commissariamento dei Comuni per inadempienze per gestione rifiuti?
*Caro "Sindaco" Prof Gaspare Portobello Mafia o Antimafia?
*Denunciato il Sindaco per deturpamento delle bellezze naturali
*Berlusconi: “..magari gli viene in mente di sparargli un colpo in testa”
*Basta MUNNEZZA per le strade di Isola delle Femmine
*Munnezza a Isola delle Femmine Costi e Ricavi?

*Saltano cantieri lavoro e assistenza ...
*Isola delle Femmine: Chi è lo sciacallo?
*“Possiamo sempre fare qualcosa”. In memoria di Giovanni Falcone?
*DISTRIBUTORE BENZINA AL PORTO DI ISOLA?

*I TURISTI SCAPPANO DA ISOLA DELLE FEMMINE
SICILIA RIFIUTI: ** Rifiuti in Sicilia, un dossier anonimo
*Donatella Costa Lettera al Presidente regione Sicilia Raffaele Lombardo
*Candidato alle elezioni amministrative anche un nipote del boss

*
Isola Pulita
*
Isola delle Femmine Consiglio Comunale Bilancio Previsione 2010 6 maggio 2010
*“Sono disposta a vendere una delle mie ville per disporre dei fondi necessari a impedire il successo delle liste avversarie da quella di Portobello

Isola delle Femmine: **Isola delle Femmine Consiglio Comunale Bilancio Previsione 2010 6 maggio 2010

Sicilia Mafiopoli: ** IL CASO GENCHI PELLERITO termovalorizzatori e........
*Modalità di gestione dei Rifiuti
*
Consiglio Comunale Isola delle Femmine "infiltrazioni mafiose nella Pubblica Amministrazione"

*Isola delle Femmine Consiglio Comunale Bilancio Previsione 2010 6 maggio 2010
*Arrestato Il Sindaco è accusato di peculato, falso, abuso d'ufficio, truffa aggravata e violazioni al Testo unico in materia edilizia
*Consiglio Comunale Isola delle Femmine 1 febbraio 2010 Rinascita Isolana: Le Vostre collusioni con i POTERI FORTI
*
Isola delle Femmine 16 Gennaio 2010 Rinascita isolana Denuncia il Segretario dr. Scafidi
*Consiglio Comunale 18/9/09 Interrogazioni. Croce Antonio Ato Idrico Associazione Protezione Civile Maggioli
*
Consiglio Comunale Isola delle Femmine 6 Agosto 2009 Rinascita Isolana: "Assessore" CUTINO dimettiti Revocate l'incarico al geom Impastato
*
Bilancio di previsione 2010 proroga al 30 giugno
*La solidarietà dalle Valle dei Templi

*Morte di un Siciliano
*Isola Ecologica di Isola finanziata dalla C.E., Ditta Zuccarello, AL.TA. Borgetto, ATO/PA1?
Dr. Croce, Bruno, geologo Cutino,Puglisi, Ing. Francavilla Arch Licata, M.A.M. s.n.c., geom Dionisi.........
*SEQUESTRATE LE SCHEDE ELETTORALI
*
CONSULENZE e..............
*I PACCHI DELL'AMBIENTALISTA rosso-verde-arancione
*M.A.M. s.n.c. PALazzotto Pizzerie verde e Isola ecologiche
*M.A.M. s.n.c. Progetto di Variante ed Elezioni Amministrative *Consiglio Comunale Su ATO rifiuti e Ripubblicizzazione Acqua Bene Comune
*La Sicilia Le maggioranze Trasversali sul Servizio Idrico ARIA FRITTA
*Angela Corica
*LA CRICCA DEGLI APPALTI
*La munnezza di Isola delle Femmine vale tanto oro quanto pesa
*DELIBERE DELLA GIUNTA PORTOBELLO 2010
*DELIBERE CONSIGLIO COMUNALE
*Rapporto ecomafia 2008 - Sicilia, ciclo dei rifiuti, la monnezza è “Cosa Nostra”
*La manovra finanziaria " Lacrime e sangue"
*Attuazione Art. 4 Legge4/3/2009, n. 15, ricorso per l'efficienza delle amministrazioni e dei concessionari di servizi pubblici.
*BANCA D’ITALIA Relazione Annuale
*
Controllo su atti Enti Locali Circolari e Legge Regionale 44/1991
*
U.R.P. Isola delle Femmine inadempiente pag 7
*
Ingegnere Francavilla Stefano
*
APPROVATI CANTIERI DI LAVORO
*
Ingegnere Lascari Gioacchino
*
Ingegnere Lascari Gioacchino Scalici
*C.E n.03-2010 - Enea Orazio Ing Lascari
*C
onsulenti Geologi Eletti
*
Dr. Marcello Cutino geologo
*
Cutino dr. Marcello Pet-coke Portobello DIMISSIONI
*Consiglio Comunale Isola delle Femmine 6 Agosto 2009 Rinascita Isolana: "Assessore" CUTINO dimettiti Revocate l'incarico al geom Impastato
*
Minagra dr. Vincenzo Biologo
*Minagra dr. Vincenzo Consulente ambientale del Sindaco Portobello
*
Le acque d’oro di Ambiente e Sicurezza Dr. Minagra
*Vincenzo dr. Minagra Pet-coke Cutino Portobello
*
I COSTI DELLA POLITICA INCARICHI DIRIGENZIALI A LAVORATORI PRECARI
*
Vigilanza e controllo degli enti locali - Ufficio ispettivo

*ISOLA ecologica PIANO Levante CANTIERI lavoro M.A.M. Pizzerie e........
*
APPROVATI CANTIERI DI LAVORO
*
Cantiere Lavoro all’isola ecologica
*Isola ecologica
*
Architetto Licata Geologo Cutino Incaricati di……
*
Architetto Licata
*Restauro Torre
*
Consiglio Comunale 25 giugno 2009 Insediamento "Sindaco" a Isola delle FemmineDichiarazione Rinascita Isolana

*Accesso agli Atti Dichiarazione Redditi Amministratori
*Isola delle Femmine CARTA DEI VALORI "Servire il Paese"
*Interrogazione Parlamentare su infiltrazione mafiosa a Isola delle Femmine

*Esposto Denuncia Corte dei Conti e Assessorato per danni ERARIALI
*Mi si è ristretto il pene! Colpa dell'inquinamento

*Raccolte 350 firme dei pescatori contro il distributore di benzina al porto
*Distributore di benzina al porto. Pescatori o diportisti?
*Gestione Porto Ordinanza Capitaneria 20/08
*LA PESCA IL PORTO A ISOLA DELLE FEMMINE
*Impastato Giovanni Assessore LLPP inaugura il porto di Isola
*Geometra Impastato Giovanni da Assessore LLPP a Consulente del Sindaco
*Mi Illumino di Incenso
*ISOLA DELLE FEMMINE TRA STORIA E TRADIZIONE

*Caro "Sindaco" Prof Gaspare Portobello Mafia o Antimafia?*Lavoro, protesta dei precari degli enti locali

*La manovra finanziaria " Lacrime e sangue"

*La Sicilia Le maggioranze Trasversali sul Servizio Idrico ARIA FRITTA

*Isola delle Femmine Distributore di benzina al Porto Pescatori o Diportisti?

*Italcementi, non condanniamo la torre alta 120 metri

*I Beni Comuni nello spezzatino del Federalismo

*Donatella Costa Lettera al Presidente regione Sicilia Raffaele Lombardo

*Libertà di Stampa e Regime

*SiciliaMafiopoli: IL CASO GENCHI PELLERITO termovalorizzatori e........

*TRASFERIMENTO DEFINITIVO ALL’ATO PA1 DI ALCUNI DIPENDENTI Delibera impegno riassunnzione da parte dei Comuni

*Mi Illumino di Incenso

» Posizione Economica Capi di Settore
*Caro "Sindaco" Prof Gaspare Portobello Mafia o Antimafia?
*Non chiamiamoli più rifiuti!
*ATO IDRICO PA 1 Assemblea 7 8 giugno 2010
*Lavoro, protesta dei precari degli enti locali
*La manovra finanziaria " Lacrime e sangue"
*La Sicilia Le maggioranze Trasversali sul Servizio Idrico ARIA FRITTA
*Isola delle Femmine Distributore di benzina al Porto Pescatori o Diportisti?
*Italcementi, non condanniamo la torre alta 120 metri
*I Beni Comuni nello spezzatino del Federalismo
*Donatella Costa Lettera al Presidente regione Sicilia Raffaele Lombardo
*Libertà di Stampa e Regime
*La munnezza di Isola delle Femmine vale tanto oro quanto pesa
*SiciliaMafiopoli: IL CASO GENCHI PELLERITO termovalorizzatori e........
*TRASFERIMENTO DEFINITIVO ALL’ATO PA1 DI ALCUNI DIPENDENTI Delibera impegno riassunnzione da parte dei Comuni
*Mi Illumino di Incenso
*SINDACO: Punito perchè virtuoso
*Lombardo: "Ecco i nemici del cambiamento"
*Corte dei Conti INDAGINE funzionamento ATO PA 1
*ATO Rifiuti Sentenza Corte Conti Tariffe Competenza Comuni
*ATO Idrico Pa1 Struttura tariffa e agevolazioni
*FEDERALISMO Demaniale
*Piccolo apologo sul paese illegale
*Indagato il sindaco Cammarata per la discarica di Bellolampo
*Sicilia i Termovaloroizzatori "puzzano" di mafia
*"Sindaco" Gaspare Portobello Mafia o Antimafia
*Sindaco Portobello: Chi è lo sciacallo?
Vai a → Retribuzione Direttore Generale - Anno 2008
Vai a → Retribuzione Segretario - Anno 2009

Vai a → Trattamento economico annuo lordo dei Titolari di posizione organizzativa
» Curricula Dirigenti e Capi di Settore
*C.V. Dott. Scafidi Manlio Segretario Generale.
*C.V. Sig.ra Pirrone Nunzia Responsabile Settore Amministrativo e del Settore Servizi Sociali.
*C.V. Rag. Fontanetta Biagio Responsabile Settore Economico-finanziario e del Settore Personale.
*C.V. Arch. D'Arpa Sandro Responsabile Settore Urbanistica e del Settore Lavori Pubblici.
*C.V. Dott. Croce Antonio Responsabile Settore Vigilanza (Polizia Municipale).
*C.V. Sig. Tricoli Antonino Responsabile Settore Attività Produttive, Tributi ed Acquedotto

Nessun commento:

Posta un commento